La poesia della raccolta Sentieri del Tempo innalza attraverso un originale uso dei segni simbolici una rinnovata tensione di significato intorno alla pensante condizione umana. Il legame di fedeltà tra presente e passato permette di cogliere l’eterno nel transeunte, il duraturo nel caduco e la poesia, che appartiene all’esistenza della vita, è dal poeta aperta alle infinite sfumature del pensare. I versi accompagnano il lettore nel viaggio verso «la città posta in alto», dove la vivente presenza dell’Essere diventa guida del cammino nella molteplice condizione dell’uomo. Un percorso che dal microcosmo della storia umana e letteraria di un’isola, la Sicilia, emblema dell’inizio e dell’infanzia pensante dell’io stesso del poeta, si apre a quelle vie del mondo che permettono di attingere i «poemi dell’eterno umano», per usare un’espressione di Antonio Machado. Questi sono emblemi che consentono di individuare la presenza dei valori essenziali che si svelano nel metaforico percorso della luce. La luce di quel sole che sorge ad Est, la Polonia, luogo dell’infanzia religiosa e del sofferto dolore, per giungere sino al tramonto, ad Ovest, ad una Spagna che nei propri cieli custodisce la duratura essenza della civiltà spirituale dell’Occidente. Vie che confluiscono verso la profondità del viaggio esistenziale che, rompendo ogni forma corporea, ci conduce l’interiore coscienza all’indefinito mondo dell’Essere che è evocato dalla parola del poeta attraverso un simbolismo ontologico che si fa canto trascendentale che conduce al valore del Principio. Una poesia che si svolge con una grande consapevolezza interiore all’interno di un generale spazio poetico e storico in cui il crollo dei valori appare catastrofico e la possibilità della decifrazione del reale, viene a chi vive solo l’egoismo. L’espressione di una particolare filosofia e sensibilità lirica tocca attraverso la poesia le ragioni profonde che fanno sentire il poeta un protagonista storico e artistico. La raccolta esprime la passione metafisica come esaltante tensione del pensiero per il ritrovamento del riscatto ultimo. La poesia si fa mezzo di salvezza da ogni naufragio e il poeta diventa il portatore del dono di una parola che è via di una iniziazione alla verità del cuore, altrimenti per sempre inibita all’uomo.

Condividi

Risposte